Navigation

Coronavirus, primo caso in una scuola ticinese

Uno studente di una scuola professionale del Canton Ticino è risultato positivo al test del coronavirus. Intanto l'Italia ha deciso di chiudere tutte le scuole.

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2020 - 13:42
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 4.3.2020)
La Protezione civile a presidio delle strutture sanitarie nella Svizzera italiana. Keystone / Davide Agosta


Si tratta del primo caso in una scuola della Svizzera italiana dove i contagiati da Covid-19 sono saliti a otto. In mattinata si è avuto notizia anche di un funzionario della dogana di Chiasso Strada che ha contratto il nuovo virus. Ad essere contagiato, ha precisato l'Amministrazione federale delle dogane, è un dipendente che non svolge la sua attività a contatto con il pubblico.


Per questi due casi sono scattate le misure previste dal protocollo messo a punto dalle autorità sanitarie. Le persone entrate in relazione con il ragazzo - i suoi compagni e alcuni docenti - sono stati posti in quarantena mentre per gli altri allievi e docenti dell'istituto cantonale le lezioni continueranno regolarmente. 

L'ultimo bollettino di martedì sera emanato dall'Ufficio federale della sanità pubblica riferiva di 37 infettati nella Confederazione ma si tratta di un bilancio destinato ovviamente ad evolvere di ora in ora: oltre allo studente e al funzionario doganale in Ticino sono stati segnalati nuovi positivi a San Gallo e Svitto. Nel corso del pomeriggio sono attese comunicazioni da Berna e da Bellinzona sugli sviluppi dell'epidemia.

La situazione in Svizzera in tempo reale:

Contenuto esterno


(I dati non coincidono perfettamente poiché i cantoni annunciano i malati dopo un primo test positivo - e sono i dati della cartina - l'Ufficio federale della sanità solo dopo il secondo, e sono i dati presenti nel testo).

L'Italia chiude tutte le scuole

A causa dell'emergenza coronavirus il governo italiano ha nel frattempo deciso la chiusura di scuole e università in tutto il Paese da giovedì fino a metà marzo.

A metà giornata la situazione su scala planetaria era di oltre 93'400 contagiati, di cui 51'000 risultano guariti, e 3'200 decessi. In Italia, terzo paese per contagi dopo Cina e Corea del Sud, gli infettati sono saliti a 2'500 mentre i decessi totali sono 79 (Fonte John Hopkins CSSE)Link esterno

Il servizio del TG

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.