Navigation

Ecco quanto costa studiare in un'università svizzera

Studiare al Politecnico di Losanna (1'460 franchi all'anno) costa decisamente meno che studiare a Yale (circa 60'000 franchi): eppure i due atenei condividono il 14° posto nel ranking mondiale. Keystone / Jean-christophe Bott

Il costo semestrale delle tasse universitarie in Svizzera varia molto a dipendenza dell’ateneo e non corrisponde necessariamente alla reputazione accademica mondiale dell’istituto. Inoltre, gli studenti domiciliati all’estero possono pagare anche più del doppio rispetto ai loro colleghi elvetici (o comunque domiciliati in Svizzera).

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2021 - 16:13

Lunedì prossimo iniziano i corsi nella maggior parte degli atenei elvetici. Il servizio di confronti online ComparisLink esterno ha così analizzato il costo delle tasse universitarie degli atenei svizzeri. Il risultato mostra differenze sostanziali. Questo però solo a prima vista.

Prima di vedere queste grandi differenze si deve sapere innanzi tutto che i due politecnici di Losanna e Zurigo sono di proprietà della Confederazione. Gli altri 10 atenei sono di proprietà dei cantoni. Questo significa, tra l’altro, che la capacità finanziaria dei diversi cantoni può influenzare il costo delle rette universitarie e che il budget dei due politecnici viene votato dal Parlamento. Ma vediamo.

2'000 franchi a semestre

La retta semestrale più cara la pagano gli studenti dell’Università della Svizzera Italiana che ha sede a Lugano e Mendrisio. Questi studenti, infatti, per l’iscrizione devono sborsare ben 2'000 franchi. Una cifra decisamente importante se pensiamo che a Ginevra e Neuchâtel i loro colleghi devono pagare rispettivamente 435 e 425 franchi. Semplificando, uno studente nei due atenei romandi può raggiungere il bachelor spendendo quello che un loro collega in Ticino paga per frequentare il solo primo anno accademico.

Contenuto esterno

Se ci mettiamo nei panni di uno studente straniero, meglio se non dell’Ue, quest’ultimo potrebbe pensare che la differenza del costo della retta universitaria dipenda dalla reputazione accademica dell’ateneo. Una reputazione che può essere rilevata leggendo la classifica mondiale delle università che viene pubblicata ogni anno dalla Quacquarelli SymondsLink esterno*.

Metodologia

Il confronto di Comparis fra le tasse universitarie si basa sulle indicazioni presenti sui siti web dei vari atenei e, se non indicato diversamente, tiene conto delle tasse semestrali per un programma di Bachelor. 

End of insertion

Vediamo però subito che il costo dello studio non è indice della reputazione accademica. L’università ticinese, ad esempio, estremamente cara anche per la Svizzera, è al 273° posto della classifica di Quacquarelli Symonds (QS). Il Politecnico Federale di Zurigo, l’ateneo di punta della Confederazione, si piazza all’8° posto a livello mondiale: tra le università dell’Europa continentale è addirittura al primo posto. Eppure, le tasse semestrali del Politecnico ammontano a soli 730 franchi, 10 franchi in più rispetto all’Università di Zurigo (73° posto). Molto ben piazzato nella classifica QS è anche il Politecnico federale di Losanna (al 14° posto), le cui tasse semestrali, essendo federale, sono uguali a quelle del Politecnico di Zurigo.

Gli studenti stranieri pagano di più

Studiare in Svizzera – e parliamo naturalmente solo delle tasse universitarie – è relativamente caro. Ma in un confronto mondiale, studiare al Poli di Zurigo, ottavo istituto nella classifica mondiale, costa decisamente poco. Tutti gli atenei che si sono piazzati davanti (sono tutte università inglesi e americane) costano da un minimo di 30'000 franchi (per studenti stranieri a Oxford e Cambridge) per arrivare ai quasi 70’000 franchi del MIT di Boston (primo in classifica).

Comunque, resta un dato di fatto che a seconda dell’istituto, gli studenti stranieri devono pagare molto più dei colleghi elvetici. Come si nota chiaramente dai dati della tabella, all’Università di San Gallo, ad esempio, le tasse semestrali per gli studenti stranieri sono di due volte e mezzo quelle che devono pagare gli studenti svizzeri (3’129 franchi contro 1’229). Nell’ateneo elvetico più costoso, l’Università della Svizzera Italiana, con 4’000 franchi gli studenti esteri pagano esattamente il doppio rispetto ai colleghi svizzeri.  

Anche in questo caso c’è una risposta (parziale) che spiega questa grande differenza di costi che devono sopportare gli studenti stranieri domiciliati all’estero rispetto ai loro colleghi svizzeri (o comunque domiciliati in Svizzera). Per gli studenti di altri cantoni, le università ricevono un contributo dal cantone di provenienza dello studente. Nel caso degli studenti stranieri, invece, il loro Paese di provenienza non contribuisce al costo del loro studio in Svizzera per cui questi costi vengono caricati sulle tasse semestrali.

Va però detto che i due politecnici e le università di Ginevra, Losanna e Basilea non applicano tasse supplementari agli studenti stranieri.


* La classifica QS valuta la reputazione accademica dei diversi istituti, tenendo conto della valutazione dei datori di lavoro sui laureati presso le singole università. In più, la classifica QS valuta la produttività dei ricercatori e il numero di citazioni delle loro pubblicazioni.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.