La televisione svizzera per l’Italia

Deforestazione, Berna non adotta le norme UE

Collina devastata da un incendio.
Norme stringenti nell’UE contro la deforestazione. KEYSTONE

Il Governo federale non intende per il momento adottare il nuovo regolamento europeo sulle catene di approvvigionamento a deforestazione zero (EUDR). Rischi per le esportazioni elvetiche nell’UE.

L’EUDR (EU Deforestation Regulation) verrà applicato nell’Unione Europea a partire da gennaio 2025 e riguarda materie prime come il cacao, il caffè, l’olio di palma, la gomma, la soia e il legno nonché i prodotti che ne derivano, come ad esempio il cioccolato, le capsule di caffè, mobili, carta e pneumatici.

Vincoli alle esportazioni

A partire dall’anno prossimo, tali beni di consumo potranno essere immessi sul mercato europeo o esportati dall’UE solo qualora non siano stati prodotti su una superficie deforestata dopo il 2020 o se, in generale, non sono associati a danni alle foreste.

Anche le imprese elvetiche che intendono esportare nell’UE materie prime e prodotti soggetti al nuovo regolamento dovranno rispettare le nuove prescrizioni, e ciò indipendentemente dal fatto che la Svizzera adegui, in tutto o in parte, la propria legislazione a detto regolamento o che rinunci a farlo, precisa in proposito una nota governativa.

Esportazioni per 4 miliardi di franchi

Nel 2022 la Confederazione ha esportato nei Paesi membri dell’UE materie prime e prodotti soggetti all’EUDR per un valore pari a oltre 4 miliardi di franchi. Il volume totale delle esportazioni (verso l’UE e altri Paesi) è stato circa di 7,5 miliardi di franchi.

Dunque, per il momento, finché non sarà possibile un riconoscimento reciproco con l’UE, il Consiglio federale ha deciso di non adeguare la legislazione svizzera.

Sostegni alle imprese

Rinunciando all’allineamento, sottolinea Berna, si evitano ingenti oneri aggiuntivi per le imprese i cui prodotti non sono destinati al mercato europeo e che quindi non sono interessate dalla nuova normativa.

Il Governo riconosce tuttavia che con l’EUDR aumenteranno complessivamente gli oneri per le aziende svizzere e intende pertanto valutare misure di sostegno per i settori coinvolti e le imprese interessate.

Attualità

L'aula della CEDU.

Altri sviluppi

La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati, non vi è motivo di dare seguito alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'Uomo contro la Svizzera per violazione dei diritti umani in ambito ambientale.

Di più La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU
L'etichetta colorata di Nutri-Score.

Altri sviluppi

Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score

Questo contenuto è stato pubblicato al La decisione del numero uno svizzero del commercio al dettaglio è stata fortemente criticata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori.

Di più Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score
Il premier Benjamin Netanyahu (sinistra) e il ministro della difesa Yoav Gallant.

Altri sviluppi

Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

Questo contenuto è stato pubblicato al Tutti i partiti israeliani difendono il premier Netanyahu e il ministro della difesa Gallant, accusati di crimini di guerra e contro l’umanità dal procuratore capo della Corte penale internazionale dell'Aia.

Di più Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia
Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR