La televisione svizzera per l’Italia

Caso Vincenz, il processo contro l’ex banchiere va rifatto

Pierin Vinzenz.
Il processo contro Vincenz, molto mediatizzazo in Svizzera, dovrà essere rifatto. KEYSTONE/© KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER

Si tratta di una decisione tecnica: il Tribunale cantonale di Zurigo ha annullato "per gravi vizi di procedura" la condanna di prima istanza contro l'ex Ceo della banca Raiffeisen. Il Ministero pubblico dovrà ora presentare un nuovo atto d'accusa al Tribunale distrettuale.

Il 13 aprile 2022, il Tribunale distrettuale di Zurigo aveva condannato Pierin Vincenz a tre anni e 9 mesi di detenzione da scontare per le accuse di ripetuta appropriazione indebita, ripetuta amministrazione infedele, falsità in documenti, truffa, tentata truffa e corruzione passiva.

In una nota, il Tribunale cantonale afferma che sono stati violati i diritti fondamentali a un processo equo e a una promozione dell’accusa conforme alla legge. Il Tribunale d’appello parla in particolare di una “requisitoria in parte stravagante” e di accuse presentate in modo così esteso da superare il quadro giuridico. “Una circostanza quest’ultima che ha reso moto più difficile per gli imputati organizzare una difesa efficace”.

Contenuto esterno

Decisione tecnica

Il rinvio al Ministero pubblico – si precisa ancora nella nota – è una decisione tecnica e non dice nulla sulla questione della colpevolezza o dell’innocenza. Altro dettaglio importante: i beni confiscati a Vincenz e ad altri accusati non saranno dissequestrati.

+ Il banchiere Pierin Vincenz condannato a tre anni e nove mesi

Oltre all’ex Ceo di Raiffeisen, anche Beat Stocker, ex socio in affari di Vincenz ed ex direttore della società di carte di credito Aduno (ora Viseca) era stato condannato in prima istanza a quattro anni di detenzione, pure da scontare. I due imputati principali furono arrestati nel febbraio 2018 ed hanno entrambi passato 106 giorni in detenzione preventiva.

Profitti illegali

I due ex soci in affari erano accusati di aver realizzato profitti illegali milionari (9 milioni per Vincenz e 16 milioni per Stocker) attraverso partecipazioni segrete che detenevano in quattro società poi rilevate dalla banca Raiffeisen e da Aduno. Pierin Vincenz avrebbe inoltre accollato a Raiffeisen più di mezzo milione di franchi di spese per visite in locali a luci rosse e viaggi privati.

La sentenza di primo grado obbligava i due imputati principali a restituire 2,6 milioni di franchi (1,3 milioni ciascuno) a una società da loro danneggiata.

In relazione all’intricata vicenda giudiziaria è prevista anche la messa all’asta di una villa che Vincenz e l’ex moglie acquistarono a Morcote. La data è fissata per il prossimo 11 aprile presso il Municipio di Mendrisio e il valore di stima è di 4,2 milioni di franchi.

Attualità

Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR