Navigation

Beckenbauer indagato per frode e riciclaggio

L'ex capitano e allenatore della nazionale di calcio tedesca sotto inchiesta da parte della procura federale in relazione all'assegnazione dei Mondiali del 2006 alla Germania

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2016 - 20:47

Un procedimento di natura penale, concernente la federazione calcistica tedesca, è stato aperto dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Fra gli indagati, anche Franz Beckenbauer.

Le indagini riguardano, oltre all'ex campione del mondo, anche Horst Rudolf Schmidt, Theo Zwanziger e Wolfgang Niersbach. I quattro, appartenenti al comitato organizzatore dei Mondiali in Germania del 2006, sono sospettati di truffa e riciclaggio di denaro.

Al centro delle investigazioni, figura il cofinanziamento di un evento di gala per un ammontare fissato inizialmente a 7 milioni di euro e poi ridotto a 6,7 milioni. I 4 sono sospettati di aver saputo che tale somma, in realtà, sarebbe servita a rimborsare un debito estraneo alla federazione.

Oggi, giovedì, l'MPC ha intrapreso perquisizioni simultanee in 8 luoghi, in collaborazione con l'Ufficio federale di polizia (Fedpol) e con le autorità competenti di Germania e Austria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.