Navigation

Aumentano i donatori di organi ma non abbastanza

La Svizzera resta agli ultimi posti in Europa

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2016 - 21:56

I donatori d'organi sono aumentati del 20 per cento l'anno scorso in Svizzera. Un risultato sicuramente positivo per i pazienti in attesa di un trapianto ma che resta comunque al di sotto dell'obiettivo fissato dalla Confederazione.

Se da un lato ha infatti avuto successo l'azione di sensibilizzazione da parte degli ospedali dall'altro la Confederazione è sempre nelle ultime posizioni nelle classifiche europee. E questo è dovuto anche alla bocciature in parlamento delle varie proposte che intendevano introdurre nel paese il principio del consenso presunto da parte del donatore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.