Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Apprendistato, la via più rapida per il mondo del lavoro

Marzo 2014, Lugano: un'immagine di Espoprofessioni, evento informativo rivolto ai giovani in cerca di un posto d'apprendistato

Marzo 2014, Lugano: un'immagine di Espoprofessioni, evento informativo rivolto ai giovani in cerca di un posto d'apprendistato

(Ti-Press)

Il modello svizzero permette di guadagnarsi direttamente in azienda un diploma riconosciuto in tutto il Paese; gli USA intenzionati a "importarlo"

Dopo le scuole dell'obbligo, due terzi dei giovani svizzeri scelgono una formazione professionale, sotto forma di apprendistato o scuola a tempo pieno. Il primo permette di imparare un mestiere sul campo e guadagnare i primi soldi. Entrambi, dopo il diploma, consentono il proseguimento verso studi superiori (cfr. L'istruzione in SvizzeraLink esterno).

In concreto, la settimana dell'apprendista è divisa tra 1-2 giorni di scuola e 3-4 di pratica in azienda. Il numero di professioni per cui è disponibile il tirocinio varia da cantone a cantone, poiché dipende tra l'altro da cosa offre il mercato. In Ticino, sono oltre 150.

Dopo 3-4 anni, si ottiene un titolo riconosciuto in tutto il Paese (Attestato federale di capacità) e in genere si ha diritto a un salario minimo fissato da un contratto collettivo di lavoro. Salari minimi, e orari settimanali massimi, sono garantiti durante l'apprendistato stesso (consulta quiLink esterno, a titolo d'esempio, stipendi e orariLink esterno applicati nel Canton Ticino).

Questa combinazione tra teoria e pratica suscita interesse anche negli Stati Uniti. Le autorità americane, la scorsa estate, hanno firmato con il consigliere federale Johann Schneider-Amman due intese che aprono la strada a scambi di informazione, progetti pilota, riconoscimento reciproco di attestati con il nostro Paese.

L'apprendistato, in Svizzera, è inoltre un modello flessibile, inclusivo, dove chi ha difficoltà di apprendimento momentanee può di solito recuperare in un secondo tempo il cammino perso.

A garanzia che gli apprendisti imparino davvero il mestiere, e non siano impiegati dal datore di lavoro solo per i più semplici compiti di routine, sono previsti degli esami di tirocinio intermedi e delle ispezioni.

Per alcune professioni esistono scuole a tempo pieno, dove la pratica è svolta nei laboratori dell'istituto. Hanno perlopiù a che fare con l'elettrotecnica, la meccanica, le arti applicate (grafici, decoratori), il settore terziario (commerciale) e quello sanitario e sociale.

Entrambi i percorsi (scuola a tempo pieno, apprendistato) permettono di proseguire verso studi superiori, segnatamente verso le scuole universitarie professionali. Per accedervi è necessario un titolo intermedio, la maturità professionale, che si può conseguire in diversi modi.


×