Navigation

'Swissness' negata a contadini di frontiera?

L'idea di proteggere i prodotti agricoli svizzeri piace, ma un'attribuzione restrittiva nuocerebbe a contadini sciaffusani i cui terreni sono in parte all'estero

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 agosto 2015 - 23:31

Il Consiglio federale vuole proteggere i prodotti svizzeri con un marchio. Un'iniziativa che di principio non dispiace ai contadini, fieri dell'autenticità del loro lavoro.

Un'applicazione restrittiva è però osteggiata dagli agricoltori del canton Sciaffusa, che per via dei campi a cavallo del confine -o di terreni in affitto-coltivano centinaia di ettari all'estero.

I criteri d'attribuzione più severi potrebbero far perdere il marchio di qualità a 190 agricoltori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.