Navigation

Vokswagen, dopo lo scandalo, i tagli

Meno 30mila posti di lavoro, ma 3 miliardi e mezzo di investimento sui veicoli elettrici

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2016 - 20:40

Volkswagen ha annunciato una profonda ristrutturazione che causerà il taglio di circa 30mila posti di lavoro. 23mila dei quali nella sola Germania. La ri-organizzazione è stata concordata con i sindacati e dovrebbe concretizzarsi senza ricorrere a licenziamenti.

La casa automobilistica tedesca prevede però contemporaneamente di fare anche degli investimenti. Tre miliardi me mezzo saranno destinati ai veicoli elettrici e la digitalizzazione. Settori in cui nasceranno novemila nuovi impieghi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.