Navigation

Vietnam, 40 anni dalla Caduta di Saigon

L'entrata nella capitale del Sud delle truppe dell'Esercito Popolare del Nord pose fine alla sanguinosa guerra che, in una ventina d'anni, causò milioni di morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 aprile 2015 - 22:29

Quarant'anni fa, il 30 aprile 1975, le truppe dell'Esercito Popolare del Vietnam del Nord e dei Viet Cong conquistavano definitivamente la Capitale del Vietnam del Sud: Saigon, poi ribattezzata Ho Chi Minh City, in onore del carismatico leader comunista.

Proprio a Ho Chi Minh City, giovedì, la memoria è diventata una parata celebrativa per ricordare l'entrata dei carri armati e lo sterminato tappeto di vittime che una ventina d'anni di sanguinosa guerra lasciarono sul campo. Tra i caduti del Nord e del Sud del Vietnam, quasi 1 milione e mezzo; 58mila soldati americani e un incalcolabile numero di civili.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.