Navigation

Temi etici estesi al nuovo Senato, sconfessato il Governo

tvsvizzera

Approvato a scutinio segreto l’emendamento leghista su materie quali bio-testamento e diritti civili

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2014 - 18:47

Il nuovo Senato avrà la possibilità di legiferare su materie ‘eticamente sensibili' come il bio-testamento, i diritti civili, il matrimonio. Con 154 voti a favore, 147 contrari e 2 astenuti, l'Aula ha approvato giovedì l'emendamento 1.1979 al disegno di legge riforme presentato dal senatore della Lega Stefano Candiani.

Il voto, a scrutinio segreto, sconfessa Governo e maggioranza, che avevano espresso parere negativo. Non manca chi, tra gli stessi democratici, rievoca la ‘carica dei 101' del Pd che lo scorso anno affossarono l'elezione di Romano Prodi alla presidenza della Repubblica, contravvenendo alle indicazioni del partito.

I lavori dell'Aula si erano aperti in mattinata con un acceso dibattito sull'emendamento e sull'opportunità del voto segreto, richiesto da 89 senatori e accordato dal presidente del Senato Piero Grasso, per questo duramente attaccato dal senatore del Pd Luigi Zanda. Poco prima del voto un altro senatore del Pd, Felice Casson, aveva richiesto di poter sottoscrivere l'emendamento leghista.

ANSA/red

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.