Navigation

Svizzera-UE, Merkel: "soluzioni ragionevoli"

La Cancelliera tedesca conciliante anche dopo il voto di domenica sull'immigrazione di massa

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2014 - 21:58

Toni un po' più rassicuranti per Berna, dopo il voto di domenica contro la libera circolazione, giungono da Berlino dove il presidente della Confederazione Didier Burkhalter ha incontrato Angela Merkel. La cancelliera tedesca ha sostanzialmente invitato i partner europei a non prendere decisioni frettolose nei rapporti con la Svizzera e ad attendere la legge di applicazione che metterà a punto il Consiglio federale.

In fin dei conti, ha osservato sempre Merkel, il termine per l'introduzione dei contingenti di manodopera estera nella Confederazione è di tre anni e Berlino si impegnerà per giungere a "soluzioni ragionevoli". Da parte sua il responsabile degli Esteri (DFAE) ha sottolineato che Berna intende discriminare nessuno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.