Navigation

Sla, passi avanti grazie all'ice bucket challenge

17 milioni di docce fredde in tutto il mondo e donazioni per 220 milioni di dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 luglio 2016 - 20:48

Era stato il fenomeno virale dell'estate 2014: l'ice bucket challenge. Le secchiate d'acqua gelida a scopo benefico, che hanno permesso di raccogliere a livello mondiale 220 milioni di dollari a favore della Sla, la sclerosi laterale amiotrofica.

Fondi importanti che hanno consentito ai ricercatori di progredire con gli studi che aprono nuove prospettive per la cura di questa grave malattia neurodegenerativa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.