Navigation

Terremoto in Turchia, si scava per cercare i dispersi

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.8 ha colpito venerdì sera la provincia di Elazig, nell'est della Turchia. Il bilancio è di oltre 29 morti e un migliaio di feriti. Almeno 20 persone erano ancora date per disperse sabato in serata.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2020 - 13:07
tvsvizzera.it/Zz/reuters con RSI (TG del 25.01.2020)
Contenuto esterno

I soccorsi erano ancora al lavoro sabato alla ricerca di sopravvissuti sotto alle macerie degli edifici crollati in diverse città situate in prossimità dell'epicentro a Sivrice, nella provincia di Elezig, a circa 550 chilometri ad est di Ankara.  Decine di scosse di assestamento si sono verificate in seguito. Il sisma è stato avvertito fino in Siria, Iran e Libano.

Secondo l'ultimo bilancio fornito dalle autorità 29 persone sono morte oltre 1'500 feriti sono stati ricoverati e 20 persone erano ancora disperse sabato in serata.

La regione toccata è relativamente poco popolata e la valutazione dei danni potrebbe richiedere diverso tempo.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.