Navigation

Schengen si allarga a Georgia e Ucraina

Servirà però il consenso di tutti e 28 gli Stati membri dell'Unione europea e servirà - soprattutto - che Kiev e Tblisi rispettino dei precisi parametri tecnici

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 maggio 2015 - 20:29

Tra qualche anno allo spazio Schengen (dunque pure in Svizzera) dovrebbero poter accedere anche i cittadini ucraini e georgiani senza bisogno di visto. Questo almeno è quanto ha lasciato intendere il presidente del consiglio europeo Donald Tusk durante la conferenza stampa di chiusura del vertice di Riga, in Lettonia, dove i 28 paesi membri dell'Unione europea hanno incontrato i 6 paesi del partenariato orientale: quindi Ucraina e Georgia appunto ma anche Moldavia, Bielorussia, Armenia e Azerbaijan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.