Navigation

Molenbeek, sei perquisizioni e un arresto

Annunciate anche le nuove misure anti-terrorismo del Belgio

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2015 - 20:50

Diverse perquisizioni sono state condotte in Belgio. Almeno 6 le incursioni della polizia in diversi quartieri di Bruxelles, tra cui Molenbeek e Jette. Tra gli obiettivi, controllare familiari e amici di Bilal Hadfi, uno degli jihadisti che si è fatto esplodere vicino allo Stade de France. La polizia ha effettuato un solo arresto.

Nel frattempo, sono state annunciate le nuove misure anti-terrorismo sostenute dal governo belga che, dopo quanto accaduto a Parigi, è pronto a stanziare 400 milioni di euro, una cifra considerevole in tempi di tagli al budget.

Un piano antiterrorismo che sarà di 18 punti. Tra questi, una modifica della Costituzione che permetterà di allungare alla polizia i tempi di fermo da 24 a 72 ore, lo smantellamento delle moschee clandestine, la possibilità di espellere gli Imam che predicano l'odio e l'introduzione del Pnr, il registro dei passeggeri di voli e treni ad alta velocità. Ma non solo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.