Navigation

Migranti, venti morti sulla costa egea in Turchia

Erano a bordo d'un battello diretto all'isola greca di Lesbo, naufragato a causa del maltempo; la guardia costiera ha tratto in salvo altre persone

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2016 - 13:31

Il freddo e le cattive condizioni atmosferiche non fermano le traversate dei migranti. Le autorità turche hanno ritrovato, all'alba di martedì sulla costa egea, una ventina di cadaveri.

I migranti, la cui nazionalità non è ancora nota, erano diretti verso l'isola greca di Lesbo, ma il battello sul quale viaggiavano è naufragato a causa del cattivo tempo.

La guardia costiera, che è riuscita a portare in salvo alcuni di essi, ha precisato che tre battelli e un elicottero erano già alla ricerca di superstiti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.