Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Londra, The Tube si fa non-stop

Prende il via il servizio notturno della metropolitana londinese: per la prima volta dopo 153 anni i treni non si fermeranno a mezzanotte

Dopo una lunga attesa, costellata da annunci, scioperi e rinvii, questa notte prende finalmente il via la Night Tube, il servizio notturno della metropolitana londinese.

Una piccola rivoluzione per i suoi treni, che non si fermeranno più verso la mezzanotte, come d'abitudine, ma continueranno il servizio senza interruzione.

Per l'annuncio ufficiale - atteso da tre anni - si è scomodato addirittura il sindaco in persona. Dai microfoni della centrale operativa, Sadiq Khan ha inaugurato la piccola grande rivoluzione della metropolitana più antica al mondo. Che da questa sera, per la prima volta in 153 anni di onorato servizio, funzionerà anche di notte. Addio ultimo treno. Addio corse precipitose allo scoccare della mezzanotte: da oggi la tube diventa non-stop.

Per il momento, sarà in servizio due sole notti la settimana, venerdì e sabato: si parte con due linee, in autunno se ne aggiungeranno altre tre. In totale 5 sulle 11 esistenti. Le principali, quelle che attraversano Londra da nord a sud, da est ad ovest, e che hanno fatto registrare un aumento di passeggeri del 70% dal 2000 a oggi, nelle due serate del fine settimana.

"Quello che vogliamo", spiega il sindaco Sadiq Khan, "è aiutare la gente ad andare al lavoro, dottori, infermiere, custodi, agenti di sicurezza. Ma anche garantire i trasporti a chi va a teatro o a ballare. Per spostarsi in maniera sicura e più veloce, riducendo i tempi di attesa. Ne beneficeranno tutti a Londra".

Il nuovo orario della Tube, come viene chiamata dai londinesi per via delle sue gallerie a forma di tubo, ha subito notevoli ritardi a causa dei difficili negoziati con i sindacati. Fin quando ha prevalso l'esigenza pratica di una megalopoli grande quanto Parigi, Roma e Vienna assieme, e che, come la sua gemella-rivale New York, non dorme mai.

D'altronde, già ora la notte londinese dà lavoro ad oltre 700 mila persone, contribuendo all'8% all'economia cittadina. In 15 anni, grazie all'estensione dell'orario, si prevede la creazione di mezzo milione di posti di lavoro, e un'impennata del fatturato notturno.

Benefici economici, ma soprattutto un radicale cambiamento nelle abitudini e nei riti di milioni di londinesi: da ora correrà su binari sotterranei, il loro viaggio al termine della notte.

×