Navigation

Trovate pitture rupestri tra le più antiche al mondo

Pitture rupestri risalenti ad almeno 43'900 fa sono state ritrovate sull'isola di Sulawesi, in Indonesia. Secondo la ricerca, pubblicata sulla rivista Nature, potrebbe essere la più antica rappresentazione di fantasia mai scoperta.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 dicembre 2019 - 18:06
tvsvizzera.it/fra con RSI
Un particolare delle pitture rupestri ritrovate sull'isola di Sulawesi in Indonesia. Keystone / Griffith University/ratno Sardi

È la più antica scena di caccia mai scoperta. Rappresenta figure umane dalle teste di animali, accanto a maiali e bufali, ed è stata trovata in una grotta in Indonesia. È descritta sulla rivista Nature dai ricercatori coordinati dagli archeologi Maxime Aubert e Adam Brumm, dell'australiana Griffith University.

Il dipinto ritrae otto figure a caccia con lance e corde, in parte umane e in parte animali (teriantropi), molto stilizzate, di due maiali e quattro bufali nani appartenenti a specie che vivono ancora oggi nelle foreste dell'isola di Sulawesi, dove è la grotta. 

"I cacciatori sono stati raffigurati con teste di uccelli, rettili e altre specie faunistiche di Sulawesi" spiega uno degli autori dell'università di Griffith, Adhi Agus Oktaviana. Tutte le figure sono state dipinte nello stesso stile e usando lo stesso pigmento rosso scuro.

È la più antica scena in cui figure umane e animali interagiscono; le più antiche del genere scoperte in precedenza sono state realizzate in Europa nel periodo compreso tra 21.000 e 14.000 anni fa. Inoltre, secondo i ricercatori, la rappresentazione dei cacciatori in modo antropomorfo potrebbe anche essere la prova più antica della capacità dell'uomo di immaginare l'esistenza di esseri soprannaturali. 

"Queste immagini potrebbero essere la prima prova della nostra capacità di concepire cose che non esistono nel mondo naturale, un concetto che è alla base della religione moderna", osserva Brumm.

"I teriantropi - aggiunge - sono presenti nel folklore o nella narrativa di quasi tutte le società moderne e sono percepiti come dei o esseri ancestrali in molte religioni in tutto il mondo. Sulawesi ospita l'immagine più antica di questo tipo, precedente all'Uomo-leone di Hohlenstein Stadel, in Germania, una statuetta raffigurante un uomo dalla testa di leone, realizzata 40.000 anni fa e considerata finora la più antica del genere".

Ecco dunque le immagini:

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.