Fridays for future Greta Thunberg riparte da Stoccolma

Greta Thunberg con il suo cartello diventato famosissimo: Skolstrejk för klimatet

Greta ha ripreso l'abitudine di organizzare una manifestazione ogni venerdì mattina fuori dal palazzo del Parlamento, dove tutto è iniziato nel 2018.

Keystone / Fredrik Sandberg

L'attivista svedese Greta Thunberg ha manifestato venerdì fuori dal Parlamento svedese a Stoccolma, in occasione di una giornata internazionale di azione per il clima del movimento Fridays for Future, dove intende "aumentare la pressione su chi è al potere". Riparte dunque da dove ha cominciato.

"La nostra speranza principale, come sempre, è quella di cercare di avere un impatto in termini di sensibilizzazione e di opinione pubblica, in modo che la gente cominci a prendere coscienza della crisi climatica, e che aumentiamo questa pressione su coloro che sono al potere per far cambiare le cose", ha detto la diciassettenne ai giornalisti, circondato da una dozzina di giovani attivisti.

"Dobbiamo trattare la crisi climatica come una crisi, è semplice", ha continuato, con il suo famoso cartello "Skolstrejk för klimatet" ("sciopero scolastico per il clima") in mano e la maschera della salute sul viso.

Dall'Islanda all'Australia alla Giamaica, più di 3'000 azioni sono previste per venerdì in tutto il mondo - online o per strada - in risposta all'appello "Fridays for future" movimento "lanciato" da Greta Thunberg.

In Svezia sono previsti più di 200 eventi, ma non sarà possibile riunire più di 50 persone ciascuno, a seconda delle restrizioni sanitarie in vigore nel regno.

"Ci concentriamo sull'essere pochi in molti luoghi e sul mantenere le distanze", ha aggiunto l'attivista adolescente.

Dal suo ritorno in Svezia dopo un anno sabbatico per sostenere la causa del clima in tutto il mondo, Greta Thunberg ha ripreso l'abitudine di organizzare una manifestazione ogni venerdì mattina fuori dal palazzo del Parlamento, dove tutto è iniziato nel 2018.

Il servizio del telegiornale:



tvsvizzera.it/fra con RSI
 

Parole chiave