Navigation

Eternit: ultimo grado

Approda in Cassazione il maxi processo per le morti da amianto; in appello, l'imprenditore Stephan Schmidheiny è stato condannato a 18 anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2014 - 17:50

Approda domani, mercoledì, in Cassazione a Roma il maxi processo Eternit per le morti da amianto negli stabilimenti italiani dell'azienda. Circa tremila quelle accertate.

Nella sentenza d'appello l'imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny è stato condannato a 18 anni di reclusione. Un verdetto applaudito dai familiari delle vittime e fortemente contestato dalla difesa, che ritiene Schmidheiny un capro espiatorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.