Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Diversi paesi colpiti La devastazione della tempesta Ophelia

I forti venti della tempesta Ophelia hanno continuato a portare devastazione in Europa lunedì, alimentando numerosissimi incendi in Portogallo e Spagna, paesi nel quale i roghi hanno ucciso almeno 35 persone. L’ex uragano ha fatto dei morti anche in Irlanda, dove moltissime abitazioni sono rimaste senza luce. 

(1)

Almeno 3 persone sono morte a causa degli alberi e quasi 400’000 abitazioni sono rimaste senza elettricità in Irlanda a causa della tempesta Ophelia. La velocità del vento ha toccato in mattinata i 156 chilometri orari. 

Scuole, tribunali e negozi sono stati chiusi, i mezzi pubblici temporaneamente sospesi I voli cancellati dall’aeroporto di Dublino sono stati 130.

I forti venti provocati dall’ex Uragano sono stati un incubo per Portogallo e la Spagna settentrionale dove i vigili del fuoco stanno combattendo contro moltissimi incendi. I morti sono oltre 35. 

(2)

L’Unione Europea si è detta pronta   ad aiutare i paesi colpiti, direttamente o indirettamente, da Ophelia, è in "contatto costante come le rispettive autorità" e "tutti gli strumenti di risposta d'emergenza dell’Unione sono disponibili".    

I primi aiuti "già partiti". Lo ha assucurato il commissario UE alla gestione delle crisi, Christos Stylianides che ha ricordato che dall'Italia sono partiti Canadair verso il Portogallo per aiutare sul fronte degli incendi, mentre l'Irlanda ha richiesto le mappe satellitari delle zone colpite dall'uragano. "Siamo pronti a mobilitare qualsiasi ulteriore assistenza richiesta", ha sottolineato il commissario UE. 

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 16.10.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×