Navigation

Danimarca, vince la destra

Il Partito del Popolo Danese diventa il 2° partito in Parlamento

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2015 - 13:00

Nelle elezioni conclusesi giovedì sera, il risultato può essere riassunto in poche parole: vittoria degli euroscettici, sconfitta dei socialdemocratici. La Danimarca ha scelto il blocco conservatore del leader dell'opposizione Lars Lokke Rasmussen, che si è aggiudicato 90 seggi su 179.

Con il 21.1%, il partito xenofobo Partito del Popolo Danese diventa il secondo partito nel Parlamento danese.

"Quattro anni fa abbiamo riconsegnato le chiavi dell'ufficio del premier. Era solamente un prestito", sono state le prime parole di Rasmussen dopo il verdetto delle urne.

I socialdemocratici di Helle Thorning-Schmidt, che ha rassegnato le dimissioni quale leader del partito socialdemocratico, restano il primo partito con il 26,3% dei voti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.