Navigation

Danimarca, al voto la riforma sulle richieste l'asilo

L'obiettivo è scoraggiare gli arrivi. Questo mentre sei paesi Schengen chiedono di prorogare i controlli dei confini per altri due anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2016 - 12:44

Al voto al Parlamento danese la riforma sull'asilo, che prevede tra l'altro, come accade già in Svizzera, la confisca dei beni ai rifugiati per sostenere le spese.

Nonostante le dure critiche sollevate più volte dall'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati - "la proposta viola la convenzione europea dei diritti dell'uomo" - a difendere il testo al Parlamento europeo che chiedeva chiarimenti è arrivato il rappresentante più alto della diplomazia danese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.