Navigation

Record di vittime e contagi in Spagna

In Spagna, secondo paese in Europa più colpito dalla pandemia, si è registrato tra lunedì e martedì un nuovo record di vittime a causa del coronavirus con 514 decessi, cifra che porta a 2'696 il bilancio totale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 marzo 2020 - 18:25
tvsvizzera/afp/spal con RSI (Tg del 24.3.2020)
Distesa di letti nel centro espositivo della fiera di Madrid. Keystone / Madrid Regional Government

​​​​​​​

I contagi sono aumentati del 20%, secondo quanto ha riferito il Ministero della sanità, avvicinandosi alla soglia di 40'000 (39'673). "Siamo nella settimana decisiva" nel corso della quale "ci attendiamo" di comprendere se, grazie alle restrizioni adottate "si riuscirà a raggiungere il picco e a vedere una prima regressione delle infezioni", ha spiegato il direttore del centro di allarme sanitario Fernando Simon.

Nel paese iberico sono attualmente 2'636 i pazienti sottoposti a terapie intensive, a fronte di 3'794 guarigioni mentre la regione più colpita è quella di Madrid con 1'535 morti (57%) e 12'352 contagi (31%) . "Per fortuna ogni giorno abbiamo più guarigioni in rapporto al totale dei decessi", ha continuato il dirigente sanitario.

Contenuto esterno


In proposito è imminente la decisione del premier Pedro Sanchez sull'eventuale estensione all'11 aprile delle misure di confinamento della popolazione decretate lo scorso 14 marzo. Ma le pressioni sul sistema sanitario, messo a dura prova dalla diffusione della pandemia che finora ha colpito 5'400 professionisti del settore, sono destinate ad acuirsi nei prossimi giorni.

Intanto per far fronte alla saturazione dei servizi funerari la capitale ha deciso di allestire un grande obitorio sulla pista di ghiaccio di un centro commerciale mentre un gigantesco ospedale da campo che potrà ospitare fino a 5'500 letti è stato creato nel centro esposizioni della fiera cittadina.

L'esercito continua a disinfettare le abitazioni delle persone più vulnerabili e nel corso delle operazioni i militari hanno rinvenuto in alcune residenze dei cadaveri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.