Navigation

La Germania celebra i trent'anni della riunificazione

Celebrazioni in tono minore a causa della pandemia. Keystone / Christian Ditsch

Le celebrazioni ufficiali per i 30 anni della Riunificazione tedesca sono iniziate a Potsdam, città capoluogo del Brandeburgo. La cerimonia si tiene in formato ridotto, a causa del coronavirus: sono soltanto 230 gli ospiti sul posto. Presenti fra gli altri la cancelliera Angela Merkel, il vicecancelliere Olaf Scholz, il presidente del Bundestag Wolfgang Schaeuble e alcuni ex cancellieri ed ex presidenti della Repubblica federale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2020 - 14:12

Alla cerimonia hanno parlato il presidente Frank Walter Steinmeier e la cancelliera Angela Merkel. "Sappiamo che oggi dobbiamo essere di nuovo coraggiosi. Coraggiosi nell'affrontare nuove strade di fronte a una pandemia. Coraggiosi di fronte alle differenze tuttora esistenti fra est e ovest. Coraggiosi per promuovere sempre di nuovo la tenuta della nostra società e lavorare per questo obiettivo", ha detto Merkel. 

"Oggi possiamo rallegrarci di poter festeggiare in pace e libertà la riunificazione. Servì molto coraggio per arrivare fin qui, da parte di tante persone, che nella DDR scesero per le strade e avviarono la rivoluzione pacifica", ha aggiunto.

Anche i partner della Germania hanno avuto il coraggio di avere fiducia in questo Paese, ha sottolineato. "Avremo bisogno ancora di avere coraggio insieme, nel nord e nel sud, nell'est e nell'ovest, per andare avanti su una strada positiva segnata dalla pace", ha concluso Merkel.

La Riunificazione è "un momento di gloria che resterà per l'eternità nella storia della democrazia tedesca", ha dichiarato dal canto suo Steinmeier. "Non siamo affatto ancora dove dovremmo essere, ma siamo più avanti di quello che pensiamo", ha aggiunto facendo un bilancio.

Steinmeier ha poi ricordato i partner internazionali che resero possibile l'unità in Germania: "Senza l'Ue non avremmo potuto avere la Riunficazione. E anche senza Michael Gorbaciov che fra poco compirà 90 anni e al quale diciamo grazie", ha affermato nel suo discorso. Steinmeier ha dedicato un passaggio di ringraziamento anche agli Usa.

Maggiori dettagli nel servizio del telegiornale:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.