Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Brexit, uccisa deputata laburista vicino a Leeds

Jo Cox è stata accoltellata e raggiunta da colpi di arma da fuoco sparati da un fanatico vicino a Leeds. Sospesa la campagna referendaria dei due fronti, Cameron: "è una tragedia"

La deputata laburista Jo Cox è stata uccisa da un uomo a Birstall, vicino a Leeds in circostanze ancora non del tutto chiare. La parlamentare 41enne - nota per le sue battaglie contro la Brexit (su cui i britannici voteranno il 23 giugno) e in favore dei profughi - è stata assalita al termine di un incontro con gli elettori della sua circoscrizione nei pressi della biblioteca della cittadina inglese.

Il 52enne avrebbe accoltellato ripetutamente la donna, che avrebbe tentato di difendersi lottando contro l'uomo che in seguito avrebbe esploso alcuni colpi d'arma da fuoco, uno dei quali l'avrebbe raggiunta alla testa. L'assalitore, che è stato arrestato dagli agenti, avrebbe gridato secondo testimoni "Britain First" (prima la Gran Bretagna).

La parlamentare laburista è stata soccorsa e trasferita in elicottero all'ospedale di Leeds, dove è spirata dopo alcune ore. Sul movente del delitto gli investigatori non hanno però voluto fornire indicazioni. "Crediamo che si tratti di un incidente isolato", ha dichiarato il capo della polizia locale.

La notizia dell'omicidio è immediatamente rimbalzata nella campagna referendaria che vede opposte le fazioni pro e contro l'Ue. L'ex sindaco di Londra Boris Johnson, schierato con il fronte "Leave", ha definito "assolutamente orribile" l'attacco a Jo Cox e ha sospeso il tour sul bus a sostegno del voto affermativo sulla Brexit.

Anche gli esponenti del fronte "Remain" hanno interrotto la loro campagna in favore dell'Ue mentre il premier David Cameron ha parlato di "tragedia per la Gran Bretagna".

spal

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×