Navigation

È morto John Lewis, lottò per i diritti degli afroamericani

John Lewis nel corso di un comizio Copyright 2017 The Associated Press. All Rights Reserved.

John Lewis, iconico attivista per la non violenza e i diritti civili negli Stati Uniti che marciò anche al fianco di Martin Luther King, è morto all'età di 80 anni. Lo rende noto la Camera dei rappresentanti Usa, di cui era membro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2020 - 14:29
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 18.7.2020)

"L'America piange la morte di uno dei più grandi eroi della sua storia", ha scritto la speaker Nancy Pelosi. Lewis aveva annunciato nello scorso dicembre di avere un cancro al pancreas da diverso tempo.

Il tweet di Barack Obama.

Contenuto esterno

Lewis era noto soprattutto per aver guidato 600 manifestanti nella marcia della Bloody Sunday del 1965 attraverso il ponte Edmund Pettus Bridge a Selma, in Alabama. Lewis fu buttato a terra e picchiato dalla polizia. Le immagini televisive hanno costretto l'attenzione del Paese a concentrarsi sull'oppressione razziale.

Democratico di Atlanta, ha ottenuto il suo seggio alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti nelle elezioni del 1986. Il servizio del TG:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.