Prima donna Cambio alla testa del consolato generale di Milano

Dal primo agosto, festa nazionale elvetica, Sabrina Dallafior sarà la nuova console generale a Milano. Sostituisce Félix Baumann che si trasferisce a Ginevra alla missione permanente svizzera alle Nazioni Unite.


Per la prima volta il consolato generale svizzero di Milano sarà diretto da una donna. Si tratta di Sabrina Dallafior, 49 anni, nata e cresciuta a Basilea ma di padre trentino e madre friulana. A presentare la nuova rappresentante elvetica nel capoluogo lombardo, l'ambasciatrice di Svizzera in Italia Rita Adam. Milano - ha ricordato Rita Adam - è una sede storica (assieme a quella di Parigi, è la sede permanente più antica della Svizzera) che, tra l’altro, cura gli interessi della comunità di oltre 30 mila cittadini elvetici presenti nel circondario del Consolato.

Con la recente nomina di Rita Adam a Roma e il prossimo insediamento di Sabrina Dallafior a Milano, per i prossimi 4 anni sarà una delegazione tutta al femminile a rappresentare ufficialmente la Confederazione in Italia.

Baumann a Ginevra

Félix Baumann, come detto, è stato nominato capo della Divisione multilaterale, supplente del rappresentante permanente della Svizzera presso l’Ufficio delle Nazioni Unite e le altre organizzazioni internazionali, nonché rappresentante permanente della Svizzera presso la Conferenza sul disarmo e inviato speciale della Svizzera presso il Consiglio dei diritti umani a Ginevra. Per questa funzione il Consiglio federale gli ha attribuito il titolo di ambasciatore.

Con lui il consolato generale di Milano ha cercato di dare una nuova immagine della Confederazione, meno stereotipata e più incentrata sugli aspetti legati all'innovazione, tecnologia , ma anche mostrare una Svizzera innovativa e solidale. 

In campo culturale il console ha promosso la Confederazione alla Milano Design Week (la manifestazione più importante al mondo legata al design) con interessanti percorsi alla scoperta del design svizzero a Milano.

Parole chiave