Navigation

Brexit, storia di Giovanni un "neonato" atipico

Giovanni Palmieri abita a Londra da 70 anni, ma per ottenere il permesso di restare nel Regno Unito dopo la Brexit, ha dovuto chiedere il permesso ed essere accompagnato dai genitori... ma lui ha 101 anni!

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2020 - 10:30
Chiara Bruschi, RSI News
Questo bimbo probabilmente ha un anno. Giovanni ne ha per contro 101. Keystone / Neil Hall

Giovanni ha quasi 101 anni (li compirà il 28 febbraio) ma per il sistema elettronico del Regno Unito ne ha solo 1.

Nonostante sia arrivato a Londra nel 1966, Giovanni ha dovuto presentare tutti i documenti per richiedere il permesso di rimanere nel Regno Unito dopo la Brexit. La famiglia si è recata con questo materiale all’ufficio dell’Inca CGIL vicino a casa. 

L’operatore si è collegato al sistema e, nel compilare i dati, si è trovato davanti a un paradosso: le caselle dell’anno di nascita, infatti, sono solo due. “L’addetto ha inserito 19 perché mio padre è nato nel 1919 – ci racconta il figlio Assuntino che vive con il padre, la madre Lucia e la moglie Norina Pozzuto – però il sistema ha bloccato la pratica richiedendo i dati dei suoi genitori”. Non contemplando le prime due cifre dell’anno, 1919 è diventato 2019 e Giovanni è stato trattato come un neonato e doveva quindi presentare domanda accompagnato da mamma e papà.

Nei giorni scorsi la famiglia ha ricevuto un messaggio di scuse automatico dall'Home OfficeLink esterno, l’ufficio preposto che si occupa delle richieste di settled status. Nel testo, inoltre, promettevano di risolvere presto questo ostacolo burocratico e permettere così a Giovanni - sposato con Lucia, 92 anni - di ottenere il permesso.

Ecco la sua storia raccontata dal figlio.

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.