Navigation

Bimba stuprata e annegata in una piscina

La piscina del casale-resort dove è morta la bimba di 9 anni ansa

Indagato un 21enne per la morte di una ragazzina a San Salvatore Telesino, nel Beneventano

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2016 - 22:26

Il corpo di una ragazzina rumena è stato ritrovato nella piscina di un casale a San Salvatore Telesino (Benevento), un operaio di 21 anni, anch'egli cittadino rumeno e residente nella regione, è indagato dalla Procura della Repubblica per sospetto omicidio e violenza sessuale.

La bimba di 9 anni, secondo quanto hanno rivelato gli esami autoptici preliminari, è morta nella notte tra sabato e domenica per asfissia da annegamento e sono stati individuati chiari segni di violenza, anche se non risultano escoriazioni superficiali. L'indiziato, assistito dal suo legale, è stato interrogato a lungo nella notte ma ha potuto rientrare a casa all'alba.

L'uomo, che è stato visto da testimoni mentre faceva salire sulla sua auto la vittima, professa la sua innocenza, sostenendo che per lui la bambina era una come una sorella. La bambina, il cui corpicino era stato trovato nudo in acqua con i vestiti ai bordi della piscina, non sapeva nuotare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.