Navigation

Venezia, sospesa, torna lentamente alla normalità

Sono stati scongiurati, per ora, nuovi allagamenti a Venezia dove la crescita dell’acqua alta ha raggiunto nella notte fra mercoledì e giovedì gli 80 centimetri, un livello inferiore rispetto ai 125 attesi. L'attenzione rimane però alta per possibili nuove precipitazioni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2019 - 21:04
tvsvizzera.it/fra con RSI
Il premier Giuseppe Conte giovedì a Venezia. Keystone / Filippo Attili / Chigi Palace Ha

Mercoledì sera il premier Giuseppe Conte si è recato nella città lagunare per rendersi conto di persona dei danni subiti. Secondo una prima stima si aggirano attorno ai cento milioni di euro. Un consiglio dei ministri straordinario è stato organizzato per oggi. Conte ha inoltre assicurato che nel 2021 entrerà in vigore il famoso sistema MOSE, atteso ormai da decenni, e che consiste in un sistema di dighe in grado di proteggere la città dalle maree.

Al termine della visita ecco il twwet del Presidente del consiglio:

Contenuto esterno


Previsioni (non buone) per venerdì

Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della Protezione Civile di Venezia prevede per venerdì un massimo di 145 centimetri alle ore 11.20 del mattino, preceduto da una punta molto più contenuta di 105 centimetri, alle ore 1.00.

Il valore comporta un allagamento della superficie cittadina pari a circa il 65% del suolo calpestabile.

Il Centro europeo per le previsioni a medio termine segnala il probabile arrivo di una nuova perturbazione dai quadranti orientali, che potrà causare Scirocco lungo tutto il bacino adriatico. Il vento dovrebbe iniziare a soffiare con forza moderata a partire dalle ore 16.00 di giovedì pomeriggio, si intensificherà nell'arco della notte e potrà far registrare venerdì, nel momento della massima astronomica, velocità massime tra 21 e 43 chilometri all'ora sotto costa e tra 43 e 64 all'ora nell'alto e medio Adriatico.

Il nostro inviato da Venezia per il Tg.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.