Navigation

20 anni per la “psicopatica dell’acido”

Martina Levato tvsvizzera

È la richiesta della Procura per Martina Levato. 14 anni la proposta per il complice

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2015 - 16:58

Il pm di Milano Marcello Musso ha chiesto la condanna a 20 anni di carcere per Martina Levato, sotto processo per aver buttato dell'acido addosso due giovani. Musso ha pure chiesto 14 anni di reclusione per il presunto complice Andrea Magnani, anche lui imputato.

Martina era già stata condannata a 14 anni di reclusione assieme all'amante Alexander Boettcher per l'aggressione subita a Milano dallo studente Pietro Barbini. Le pene chieste oggi dal pm sono già scontate di un terzo, come prevede il rito abbreviato. Il pm ha formulato la sua richiesta nel corso della requisitoria, nell'udienza a porte chiuse davanti al giudice dell'udienza preliminare.

Martina Levato e Andrea Magnani sono accusati delle aggressioni con l'acido ai danni di Stefano Savi e Giuliano Carparelli. La studentessa risponde anche del tentativo di evirazione subito da un giovane con cui aveva avuto un flirt.

Per le aggressioni a Savi e Carparelli, Boettcher è sotto processo davanti al Tribunale di Milano, in quanto non ha scelto il rito alternativo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.