Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

"Non abbiamo preso noi Regeni"

Lo studente italiano era sparito nel nulla

(Twitter)

Il Cairo smentisce la notizia diffusa dai media occidentali secondo la quale sarebbe stato il governo egiziano a far rapire il giovane

Il ministero dell'Interno egiziano ha smentito con un comunicato ufficiale la cattura di Giuliano Regeni, lo studente trovato morto il 25 gennaio alla periferia del Cairo. Sabato il New York Times aveva rivelato che il giovane sarebbe stato catturato dalla polizia perché scambiato per una spia. L'equivoco sarebbe nato dal fatto che sul telefonino del ragazzo c'erano alcuni contatti di movimenti antigovernativi.

Le autorità definiscono "erronee" tutte le informazioni riportate dai media occidentali e affermano che una squadra d'indagine, composta da un grande numero di agenti, è stata incaricata di svelare le circostanze che hanno portato alla morte dell'accademico. "Stiamo cooperando con la controparte italiana", si legge nel comunicato.

ANSA/CaL

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box