Navigation

Luino, frode per 40 milioni

Evasione dell'IVA pari a 4 milioni di euro ©GdF Luino

La Guardia di finanza smaschera un sistema per evadere l'IVA tra Lombardia e Sicilia: sottratti 4 milioni di euro allo Stato

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2016 - 13:45

La guardia di finanza di Luino ha scoperto un sistema di evasione fiscale ideato e realizzato da un imprenditore della zona e che, attraverso quattro aziende fantasma, ha consentito l'emissione di false fatture per 40 milioni di euro. L'evasione fiscale sull'IVA è pari a 4 milioni di euro.

L'operazione ha portato alla denuncia di nove persone apparentemente responsabili di flussi di denaro tra due imprese dell'hinterland milanese e altrettante in Sicilia in provincia di Messina, tutte aziende risultate senza dipendenti e struttura aziendale.

Il sistema consisteva nell'emettere fatture false a favore di società attive nel settore del commercio della plastica, omettendo le dichiarazioni fiscali per non versare l'IVA. Queste società potevano quindi vendere prodotti a prezzi inferiori e concorrenziali e, a loro volta, emettevano altre false fatture nei confronti di altre aziende. Tutto questo accompagnato da bonifici regolari per dare una parvenza di veridicità alle operazioni commerciali.

All'autorità giudiziaria è stato chiesto di congelare tutti i beni delle persone coinvolte.

ab

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.