Navigation

Lady dentiera condannata

L'ex capo della sanità lombarda ansafoto

Scandalo nella sanità odontoiatrica lombarda: 11 condanne con rito abbreviato a pene comprese fra 2 anni e 6 mesi e 4 mesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 luglio 2016 - 15:30

Undici condanne con rito abbreviato a pene comprese fra 2 anni e 6 mesi e 4 mesi, per altrettanti imputati, arrestati nello scorso mese marzo nell'ambito della scandalo nella sanità odontoiatrica lombarda.

La condanna più pesante - 2 anni e 6 mesi senza condizionale - è stata inflitta all'ex presidente della commissione Sanità lombarda, Fabio Rizzi, leghista, braccio destro del governatore Roberto Maroni.

Il giudice delle udienze preliminari del Tribunale di Monza non ha concesso il patteggiamento alla ''zarina delle dentiera'' Maria Paola Canegrati, con uffici a Chiasso, abitazione a Bellinzona, due studi dentistici nei Grigioni, l'unica che ancora si trova in carcere. L'accordo fra procura e difesa che prevedeva una pena di 4 anni e 2 mesi è stato respinto dal gup Federica Centonze, del Tribunale di Monza, che ha disposto il processo con rito ordinario per la 52enne imprenditrice a capo di un impero con oltre 2'000 dipendenti.

Marco Marelli/Swing

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.