Navigation

AlpTransit, Bellinzona è la città che avrà maggiori benefici

Pubblicato uno studio di Credit Suisse sul dopo 11 dicembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2016 - 20:16

La nuova trasversale ferroviaria alpina (Ntfa) del San Gottardo renderà i cantoni di Ticino e Uri molto più raggiungibili, avvicinando i centri, con importanti ricadute per i lavoratori: lo afferma uno studio pubblicato martedì da Credit Suisse.

Stando alla ricerca, Bellinzona è la città che in termini assoluti approfitterà di più delle gallerie al San Gottardo e al Ceneri: il bacino dei pendolari salirà infatti di 33'000 persone (+23%). La crescita percentuale più elevata spetta però a Locarno (+24%, pari a +21'000), ma anche a Lugano l'impatto sarà notevole (+8,5%, +23'300). Nel canton Uri in prima linea vi sarà Altdorf (+15%, +13'200).

Lavorare a Lugano e vivere a Bellinzona sarà più attraente, considerato il tempo di percorrenza di 12 minuti e i costi dell'alloggio nettamente inferiori nel capoluogo: -17% gli affitti al metro quadrato, un valore che raggiunge il -41% per gli appartamenti in proprietà.

Per quanto riguarda le merci, lo studio prevede un aumento dei trasporti attraverso le Alpi.

In relazione al turismo i ricercatori dell'istituto hanno calcolato che il bacino di turisti svizzeri di giornata aumenterà a Bellinzona del 73% (+380'000 persone). Lugano sarà più vicina per 315'000 persone supplementari, Locarno per 260'000. Questo avrà un impatto positivo sui ristoranti e sui musei.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.