Navigation

Processo stato-mafia: fu trattativa?

tvsvizzera

Mini-dossier di tvsvizzera.it sul processo che ha chiamato in causa il Presidente della Repubblica

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2014 - 11:50

Alle 10:30 di martedì 28 ottobre, Giorgio Napolitano ha iniziato la propria deposizioneLink esterno presso la sala del Bronzino al Quirinale, in merito alla presunta trattativa stato-mafia all'indomani delle stragi di Capaci e di Via d'Amelio in cui morirono i giudici Falcone e Borsellino.

Napolitano ha risposto a tutte le domande che gli sono state formulate dai membri della corte, dai 5 rappresentanti dell'accusa e dai legali, dichiarando di non aver mai saputo di presunti accordiLink esterno tra rappresentanti dello Stato e Cosa Nostra allo scopo di far cessare gli attentati mafiosi nel biennio 1992-93.

Su questa vicenda, noi di Tvsvizzera.it abbiamo sentito due punti di vista molto distanti tra di loro: da un lato Sigfrido RanucciLink esterno, giornalista di Report e coautore del libro "Il Patto" (incentrato proprio sui fatti discussi nel processo), e Luigi BonaventuraLink esterno, ex-boss 'ndranghetista e ora collaboratore di giustizia.

Sigfrido Ranucci, giornalista di Report, e co-autore del libro "Il Patto" tvsvizzera

Sigfrido Ranucci: "La trattativa c'è stata"Link esterno Per il co-autore del libro "Il Patto" Sigfrido Ranucci la testimonianza del presidente della Repubblica non porterà nuovi elementi per il processo in corso a Palermo.

>> Ascolta o leggi l'intervistaLink esterno <<

Ex-boss 'ndranghetista e ora collaboratore di giustizia tvsvizzera

Luigi Bonaventura: "La 'ndrangheta fa patti con lo stato ogni santo giorno"Link esternoLink esterno L'ex boss Luigi Bonaventura ci parla dei rapporti tra Sicilia e Calabria e tra le organizzazioni criminali e alcune istituzioni o rappresentanti dello stato

>> Ascolta o leggi l'intervistaLink esterno <<

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.