Pandemia Svizzera, al via la campagna di vaccinazione in diversi cantoni

Berset

Il consigliere federale Alain Berset (centro) nel nuovo centro di vaccinazione.

Keystone / Peter Klaunzer

Cinque cantoni iniziano lunedì la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. A Basilea il centro dove verranno somministrati i vaccini è stato inaugurato lunedì alla presenza del ministro della sanità Alain Berset.

Il consigliere federale si è detto "cautamente ottimista" sull'evoluzione della crisi, ma ha comunque parlato di un possibile giro di vite sulle misure per frenare i contagi.

Ora non è ancora possibile affermare in modo definitivo quanto siano state efficaci i provvedimenti ordinati dalla Confederazione, ha indicato Berset. È difficile valutare la situazione poco dopo le feste. In merito alla nuova variante del virus, apparentemente più contagiosa, il ministro ha detto che saranno necessarie misure più incisive qualora la sua diffusione non potesse essere controllata.

In una prima fase, fino a mercoledì, a Basilea saranno distribuite 1'900 dosi di vaccino. Ne beneficeranno persone di 65 anni e più. I termini proposti una settimana fa per il trattamento sono stati prenotati in breve tempo. La richiesta di appuntamenti per le vaccinazioni è enorme, ha dichiarato il consigliere di Stato Lukas Engelberger, responsabile del Dipartimento cantonale della sanità di Basilea Città.

In una seconda fase, dal 4 al 13 gennaio, solo le persone di 75 anni e oltre potranno essere vaccinate. In questo periodo le dosi disponibili saranno 3'000. Anche tutti gli appuntamenti per questa seconda fase sono già prenotati.

Il centro di vaccinazione renano è gestito dalla società privata Meconex AG. Secondo il Dipartimento della sanità, l'azienda ha molta esperienza con campagne di vaccinazione di questa portata.

Dopo Lucerna, che ha fatto da apripista iniziando le vaccinazioni lo scorso 23 dicembre, lunedì iniziano la campagna anche Friburgo, Neuchâtel e Ginevra. In quest'ultimo cantone il primo vaccinato è stato un ex medico 80enne residente in una struttura per anziani.

Ad occuparsi dello stoccaggio e del trasporto dei vaccini nel paese è l'esercito. Le dosi vengono prelevate alla frontiera e portate nella farmacia delle forze armate ad Ittigen, nel canton Berna. Da qui vengono smistate in altri magazzini militari e poi distribuiti ai cantoni. I dettagli nel servizio del TG:

tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 28.12.2020)

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.


Parole chiave