Lockdown L'Austria chiude tutto

Un ritratto del cancelliere austriaco Sebastian Kurz

Sebastian Kurz: "Nessuno di noi vuole un nuovo lockdown, ma è l'unico mezzo che funziona".

Keystone / Herbert Neubauer

Coprifuoco 24 ore su 24, asili, scuole e negozi chiusi. Martedì prossimo in Austria torna il lockdown totale, in 'stile marzo', fino al 6 dicembre. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz.

Nonostante due settimane di lockdown 'morbido', sostanzialmente un coprifuoco notturno, l'Austria è attualmente la maglia nera a livello mondiale per quanto riguarda la velocità di diffusione del coronavirus, con 831 nuovi casi su un milione di abitanti negli ultimi 7 giorni.

"Non incontrate nessuno, ogni incontro è uno di troppo", è stato l'appello lanciato da Kurz agli austriaci. Persone, che vivono da sole, possono indicare una 'persona di contatto'. 

"Nessuno di noi vuole un nuovo lockdown, ma è l'unico mezzo che funziona, come abbiamo visto in primavera", ha proseguito. "Vogliamo salvare il Natale. Più rigido sarà il lockdown, meglio funzionerà e prima potremo tornare a vita al meno in parte normale", ha aggiunto il cancelliere.

"L'Austria ha superato bene la prima ondata, grazie a un lockdown efficace. La seconda ondata è però più grande, più forte e più dinamica. Per questo motivo ora attiviamo il freno d'emergenza", ha detto da parte sua il ministro della salute Rudolf Anschober. 

"Se non reagiamo subito i numeri continueranno a crescere e presto le terapie intensive saranno al limite. Il 77% dei contagi ormai non possono più essere tracciati. Ogni giorno si aggiungono oltre 7'000 casi e in alcuni Länder la crescita è esponenziale", ha concluso il cancelliere Sebastian Kurz.

Il servizio del telegiornale sulla giornata odierna legata alla pandemia e sul lockdown austriaco:


tvsvizzera.it/fra con RSI


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.


Parole chiave