Navigation

Gli stranieri del Lugano

Un campionato interessante e competitivo, un ambiente più rilassato. È il ritratto del calcio svizzero che emerge dai racconti degli italiani che hanno indossato o indossano la maglia dell’FC Lugano.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 febbraio 2017 - 12:09

Meno attenzione mediatica. È forse una delle principali ragioni per le quali l’ambiente del calcio in Svizzera è apprezzato dai giocatori provenienti dall’Italia, secondo Andrea Manzo. “Qui lo sport principale è l’hockey, il calcio è un divertimento”, spiega l’ex allenatore dell’FC Lugano.

Ciò non significa che giocare nella Confederazione non sia stimolante. Manzo sottolinea come le squadre sono sempre più competitive e il campionato è in continuo sviluppo.

“Il calcio in Svizzera non va preso sotto gamba”, gli fa eco il difensore Orlando Urbano, ex giocatore del Como che dice di trovarsi molto bene nel Lugano, in particolare grazie al pubblico. “Tra la tifoseria e i giocatori si è formato negli ultimi anni un ambiente famigliare”, racconta il difensore.

C’è anche chi, come il portiere Francesco Russo, è rimasto deluso dal calcio italiano e ha trovato in Svizzera le opportunità che gli sono mancate in patria.


Per scoprire i ritratti e gli approfondimenti del nostro dossier:


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.