Navigation

Kubilay Türkyilmaz raccontato da Amanda Sandrelli

Amanda Sandrelli è la madre di Kubilay Türkyilmaz. Da martedì prossimo al Teatro Sociale di Bellinzona quattro donne racconteranno la vicenda umana del calciatore ticinese, leggenda del pallone in Svizzera. Una produzione che non parla solo di sport.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2017 - 19:53
tvsvizzera.it/ZZ con RSI (Quotidiano del 13.01.2017)
Contenuto esterno


Dalla porte dei garage del quartiere allo stadio di Wembley, in un periodo dove non era facile indossare la maglia rossocrociata con un cognome come il suo. La storia di Kubilay Türkyilmaz verrà raccontata a partire dal prossimo 17 gennaio al Teatro sociale di Bellinzona nello spettacolo “Kubi”Link esterno, diretto da Flavio Stroppini e Monica de Benedictis.

A parlare della vita del calciatore saranno quatto donne, fra cui la madre di Kubilay, interpretata da Amanda Sandrelli.

“Fra un gol e una ricetta, una chiacchiera e un aneddoto, si parla di calcio per toccare diversi temi a carattere sociale che, con la figura di Türkyilmaz, sono in relazione: le migrazioni, l’integrazione, il disagio giovanile, il razzismo, le disparità sociali, il bisogno di riscatto attraverso lo sport”, si legge sito del teatro. 


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.