Navigation

I calzettoni delle guardie del Papa prodotti da uno svizzero

Commessa del Vaticano a René Tanner per la confezione di 120 indumenti del corpo elvetico a Roma

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2016 - 21:56

Un giorno ha impacchettato due lunghi calzettoni confezionati con le sue mani e li ha inviati per posta, destinatario il Vaticano, "all'attenzione del Comando delle guardie Svizzere". E alla seconda email gli è giunta la risposta che attendeva: l'ordine per 120 calzettoni che indosseranno i soldati a difesa dell'incolumità del pontefice.

È quello che è successo al sarto René Tanner che fino a qualche mese produceva indumenti per carcerati e associazioni sportive, ma che ora, visto il recente successo, vuole fare l'ultimo salto con l'asticella posta molto più in alto.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?