Navigation

Ferrari: "Nessuno è indispensabile", nemmeno Montezemolo

L'ex presidente della rossa di Maranello lascia e al suo posto va Sergio Marchionne

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2014 - 13:11

Dopo 23 anni di presidenza in Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo lascia la carica con effetto a partire dal prossimo 13 ottobre. Lo rimpiazzerà l'amministratore delegato di Fiat Chrysler Sergio Marchionne che, dal Forum di Cernobbio dei giorni scorsi aveva detto: "Nessuno è indispensabile", in riferimento agli anni di insuccesso sportivo registrati dalla casa automobilistica.

"La Ferrari avrà un ruolo importante all'interno del gruppo Fca nella prossima quotazione a Wall Street e si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall'amministratore delegato del gruppo. Finisce un'epoca e ho quindi deciso di lasciare la presidenza dopo quasi 23 anni meravigliosi e indimenticabili, dopo quelli passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta", ha commentato Cordero di Montezemolo in una nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.