Esibizioni mozzafiato Omaggio acrobatico per gli artisti colpiti dalla crisi del coronavirus

Persona in bicicletta su filo di una funivia

L'esibizione di Freddy Nock ha tenuto tutti con il fiato sospeso.

Keystone / Laurent Gillieron

Quattro artisti di grande fama hanno voluto rendere omaggio martedì ai colleghi di tutto il mondo colpiti dalla crisi del coronavirus con uno spettacolo unico. Le incredibili esibizioni hanno avuto come palcoscenico il massiccio di Les Diablerets (nel cantone Vaud), a 3'000 metri di quota.

I protagonisti dello spettacolo sono stati Freddy Nock, Sheila Nicolodi, Ramon Kathriner e David Maillard. All'origine dell'evento la compagnia Show-on Events, che ad aprile ha contattato gli impianti di risalita Glacier 3000 per trasformare temporaneamente il sito turistico in un vero e proprio palcoscenico.

Le incredibili immagini nel servizio del telegiornale:

L'obiettivo della giornata era rendere omaggio a tutti gli artisti bloccati dall'emergenza sanitaria globale, spiega in un comunicato delle due società promotrici. Durante il "Glacier 3000 Air Show", il dj Michel Cleis si è occupato della parte musicale, mentre la presentazione è stata affidata all'attore e jazzman Troy Anderson.

Nock, in esclusiva mondiale, ha camminato alla cieca con un casco completamente opaco per 151 metri, a un'altezza di 200 metri da terra. Lui stesso ha definito il numero, realizzato senza essere assicurato, "il più difficile della sua carriera".

Persona cammina su filo della funivia

Brividi a 200 metri dal suolo.

Keystone / Laurent Gillieron

Sui cavi della teleferica che collega il Col du Pillon (1546 m) allo Scex Rouge (3000 m), Nock ha inoltre camminato a un'inclinazione di oltre 39 gradi per una distanza di 40 metri. Come se non bastasse, ha percorso su una bici 367 metri a 175,4 metri dal suolo. Il funambolo svizzero ha così aggiunto altri tre record del mondo alla sua collezione, che ne contava già 22.

Da parte sua, Kathriner ha eseguito la sua celebre "ruota della morte" alla stazione intermedia di Cabane, mentre Maillard ha presentato una performance inedita, che l'ha visto appeso a un cavo sotto la cabina a 200 metri dal suolo. Sheila Nicolodi si è invece esibita in un numero di pole dance oltre il ponte sospeso Peak Walk, nel punto d'osservazione più alto del Glacier 3000.

Persoina si esibisce in un numero di pole dance

L'artista italiana e svizzera Sheila Nicolodi sul picco del Glacier 3000.

Keystone / Laurent Gillieron

tvsvizzera.it/ats con RSi (TG del 24.06.2020)



Parole chiave