Cultura Il Dantedì in Svizzera

ritratto di Dante

L'universalità di Dante risulta evidente anche dal modo in cui il sommo poeta è celebrato in Svizzera, in molte lingue diverse.

Keystone / Diener

Anche in Svizzera si celebra questo 25 marzo Dante Alighieri, nell'anno in cui ricorre il 700esimo dalla sua morte, con letture della Commedia e altri contributi radiotelevisivi.

Il 25 marzo o l'8 aprile sono, secondo le varie interpretazioni dei testi, le possibili date in cui è cominciato il viaggio che Dante narra nella Divina Commedia.  

In questo giorno dedicato al Sommo Poeta, anche in Svizzera vengono lanciate diverse iniziative che celebrano questo peso massimo della cultura, non solo italiana.

In particolare, il Forum per l'italiano in Svizzera, in partenariato con la Società  svizzera di Radiotelevisione SSR, ha organizzato giovedì Link esternoquattro incontri legandoli idealmente a quattro luoghi simbolici della Confederazione, ognuno in una diversa regione linguistica. "Un evento che intende coinvolgere l’intero territorio elvetico e mettere in contatto tra loro le varie lingue e culture nazionali", si legge sul sito del Forum.

Gli interventi, trasmessi in diretta streaming, sono iniziati alle 10:00. Il primo luogo, collegato all'Inferno dantesco, è stato l'anfiteatro naturale del Creux du Van. Si è poi passati alla Val Lumnezia per il Purgatorio, e nel pomeriggio si andrà sulla cima del monte San Salvatore (sopra il comune di Paradiso) per il Paradiso e infine a Baden, dove si è parlato dell'esilio di Dante.

Ma non sono le uniche iniziative che prendono il via giovedì. Sul sito della radiotelevisione svizzeraLink esterno, ad esempio, sono stati pubblicati diversi contributi  d'archivio legati al Sommo poeta. Eccone uno:

tvsvizzera.it/Zz con RSI

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.


Parole chiave