La televisione svizzera per l’Italia

Via libera a 14 miliardi per le autostrade

Pioggia di miliardi per la rete nazionale.
Pioggia di miliardi per la rete nazionale. © Keystone / Jean-christophe Bott

La Camera alta, dopo il Consiglio Nazionale, ha approvato due crediti per il potenziamento della rete autostradale di competenza della Confederazione. Critici gli ecologisti.

Dei due finanziamenti passati all’esame del “Senato” il primo, per un importo di 8,78 miliardi di franchi per il quadriennio 2024-2027, è stato approvato all’unanimità. Maggiori discussioni ha creato il secondo credito che riguarda i piani di ampliamento della rete nazionale.

I progetti finanziati

Il Governo ha chiesto lo sblocco di 4,4 miliardi per realizzare cinque grandi progetti: A1 Wankdorf–Schönbühl, A1 Schönbühl–Kirchberg, A1 terza canna della galleria del Rosenberg incluso raccordo con la stazione merci, A2 galleria sotto il Reno di Basilea e A4 seconda canna della galleria di Fäsenstaub.

+ Oltre 11 miliardi di franchi per migliorare le strade

In parlamento è stato poi aggiunto l’ampliamento dell’A1 tra Le Vengeron e Nyon, per un totale di 911 milioni, che il Consiglio federale prevede di inserire nel pacchetto Orizzonte realizzativo 2030.

A questo proposito gli Stati hanno precisato che questa proposta sarà presa in considerazione solo se il Governo avrà approvato il progetto di massima entro il 31 dicembre 2023.

Verdi critici

Nel corso del dibattito, Lisa Mazzone (Verdi) e Mathias Zopfi (Verdi), hanno sostenuto che questi progetti, che secondo il Governo e la maggioranza dovrebbero porre rimedio agli ingorghi lungo determinate tratte particolarmente sollecitate dal traffico, non risolveranno i problemi legati agli “imbuti”.

Secondo la parlamentare ginevrina, è scientificamente provato che più strade non fanno altro che attrarre più automobili. A suo giudizio la fluidità del traffico, tanto invocata dalla maggioranza, non è che un “miraggio” e i cospicui investimenti nelle strade rischiano di sabotare il trasporto pubblico, specie quello ferroviario.

Maggioranza compatta

Diversi esponenti del Centro, del PLR (centrodestra) e dell’UDC (destra nazionalista) hanno invece sottolineato che queste risorse finanziarie serviranno proprio per sgravare quelle tratte stradali, specie vicino ai centri, congestionate, ciò che avrà effetti benefici sulla popolazione.

La rete delle strade nazionali sgrava dal traffico quelle cantonali, ha sottolineato in proposito il ministro dei trasporti Albert Rösti. Per Stefan Engler (Centro), non è affatto vero che il potenziamento della ferrovia sgraverà per forza le strade. E questo è dovuto anche, ha fatto notare Olivier Français (PLR), al forte aumento demografico.

Le strade nazionali, è stato sottolineato in aula, rappresentano il 3% della rete nazionale, ma assorbono ben il 40% del traffico.

Attualità

Parco solare di St. Imier.

Altri sviluppi

Transizione energetica, la Svizzera tra i Paesi più virtuosi

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel campo della transazione energetica, la Svizzera si piazza al quarto rango mondiale. Meglio della Confederazione lo fanno solo tre Paesi scandinavi, Svezia, Danimarca e Finlandia.

Di più Transizione energetica, la Svizzera tra i Paesi più virtuosi
Il procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler

Altri sviluppi

Maggior peso al controspionaggio

Questo contenuto è stato pubblicato al È il pensiero del procuratore generale della Confederazione. La minaccia per la Svizzera derivante dallo spionaggio straniero, in particolare russo e cinese, resta elevata.

Di più Maggior peso al controspionaggio
Naufragio del 17 giugno 2023 al largo della Calabria.

Altri sviluppi

Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore

Questo contenuto è stato pubblicato al Le tragedie hanno causato la morte di almeno 16 persone. Un numero molto approssimativo perché - stando alle testimonianze - i dispersi sarebbero decine.

Di più Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore
soldati svizzeri

Altri sviluppi

Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo la Commissione delle finanze, anche quella della politica di sicurezza del Nazionale è a favore di un aumento di ulteriori 4 miliardi di franchi per il periodo 2025-2028.

Di più Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero
Siringhe

Altri sviluppi

Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria

Questo contenuto è stato pubblicato al Lo rende noto l'Ufficio federale della sanità pubblica precisando che a partire dal mese di luglio 2024, le assicurazioni malattia copriranno le spese solo alle persone a cui l'immunizzazione verrà raccomandata.

Di più Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria
Una filiale di Meletronics.

Altri sviluppi

Migros taglia 415 posti e vende Melectronics

Questo contenuto è stato pubblicato al Migros sopprime altri 415 posti di lavoro. I tagli fanno parte della ristrutturazione del Gruppo Migros annunciata a inizio di febbraio, che prevede la soppressione di quasi 1'500 impieghi su un organico complessivo di circa 100'000 dipendenti.

Di più Migros taglia 415 posti e vende Melectronics
Irène Jacob.

Altri sviluppi

L’attrice Irène Jacob sarà premiata al Festival di Locarno

Questo contenuto è stato pubblicato al Il premio le verrà consegnato venerdì 9 agosto in Piazza Grande quando verrà proiettato il film "Trois couleurs: Rouge" del regista polacco Krzysztof Kieślowski.

Di più L’attrice Irène Jacob sarà premiata al Festival di Locarno

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR