La televisione svizzera per l’Italia

Un centinaio di armi perse o rubate in Svizzera nel 2022

Fucile d assalto 90.
La maggior parte di quelle ritrovate sono riemerse nelle abitazioni dei loro possessori. Keystone / Martin Ruetschi

Nella maggior parte dei casi si tratta di fucili d'assalto, a darne notizia è l'Esercito elvetico. Solo venti quelle ritrovate.

Nel 2022, 96 armi da fuoco dell’Esercito svizzero sono state rubate o sono “scomparse”. Tra questa, 82 sono fucili d’assalto. Parallelamente, 20 armi sono state ritrovate, tra cui talune non molto lontano. Le cifre sono praticamente invariate rispetto al 2021.

Contenuto esterno

In 95 casi su 96, i possessori delle armi le hanno annunciate come rubate, ha indicato all’agenzia Keystone-ATS il portavoce dell’Esercito Stefan Hofer. La 96esima è andata distrutta in un incendio.

Ce n’è sempre una distrutta

Le statisticheCollegamento esterno del 2019, 2020 e 2021 segnalano tutte, in modo sorprendente, un’arma distrutta dalle fiamme. “Si tratta di un puro caso”, ha affermato Hofer. L’esercito non è tuttavia a conoscenza delle circostanze esatte dei sinistri. Tra le armi “scomparse” figurano 82 fucili d’assalto e 14 pistole.

Una su cinque ritrovata

Da notare che 20 armi sono state rinvenute l’anno scorso. La maggior parte sono riemerse nelle abitazioni dei loro possessori o delle persone subentrate nella presa in affitto. La polizia ha pure recuperato diverse altre armi nel corso delle inchieste.

Meno perdite nel 2020

Se negli anni 2021 e 2022 sono state registrate un centinaio di armi “sparite”, nel 2020 erano state emesse soltanto 70 denunce di scomparsa. I motivi di questo scarto sono difficili da valutare, stando al portavoce dell’esercito. Forse c’è un legame con la pandemia di Covid-19 e il fatto che le persone erano meno mobili durante quell’anno.

Altri sviluppi

Altri sviluppi

In Svizzera, ogni cittadino è un soldato

Questo contenuto è stato pubblicato al Sin dal 1674 – anno della prima dichiarazione ufficiale di neutralità della Confederazione – la Svizzera in politica estera si è mantenuta neutrale. Ma questa “neutralità” non ha mai messo in discussione l’esistenza di un esercito elvetico. Anzi. In un momento storico dove la maggior parte degli stati opta per un esercito di professionisti, la…

Di più In Svizzera, ogni cittadino è un soldato

Nel 2019, le cifre si avvicinavano già al centinaio di armi “scomparse”. Le cifre del 2022 delle armi “sparite” e di quelle ritrovate corrispondono alla media degli ultimi cinque anni.

L’Esercito svizzero fa tutto il possibile per evitare perdite di armi, ha sottolineato ancora Hofer. I suoi membri vengono sensibilizzati e seguono una formazione speciale. La maggior parte delle armi ritrovate sono restituite dalle polizie cantonali alla base logistica dell’esercito.

Attualità

Le cascate del Reno a Sciaffusa.

Altri sviluppi

Le rocce delle cascate del Reno sotto esame

Questo contenuto è stato pubblicato al I geologi misurano le vibrazioni per accertarne la stabilità malgrado l’erosione. Si pensa in particolare alla sicurezza dei turisti.

Di più Le rocce delle cascate del Reno sotto esame
Cozze nel Lago di Costanza.

Altri sviluppi

Specie invasive, una soluzione per le cozze quagga

Questo contenuto è stato pubblicato al La cozza quagga può essere una risorsa naturale da sfruttare come alternativa al cemento o ai comuni fertilizzanti. L'idea di una start-up svizzera.

Di più Specie invasive, una soluzione per le cozze quagga
Soccorritori della Rega.

Altri sviluppi

Alpinista muore sul Cervino

Questo contenuto è stato pubblicato al Un'alpinista è deceduta oggi mentre si trovava sul Cervino. La donna è precipitata per 100 metri morendo sul colpo, riferisce la polizia cantonale vallesana.

Di più Alpinista muore sul Cervino
Un drone nel cielo.

Altri sviluppi

Droni, una campagna per evitare il caos nei cieli

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Ufficio federale dell'aviazione civile detta le istruzioni per l'uso corretto degli apparecchi volanti pilotati a distanza.

Di più Droni, una campagna per evitare il caos nei cieli
Una farmacista davanti a una scansia di farmaci.

Altri sviluppi

L’autorizzazione dei medicinali in Svizzera più lenta che in Ue

Questo contenuto è stato pubblicato al L'omologazione di un farmaco in Svizzera, indica uno studio condotto dall'industria farmaceutica e da Swissmedic, richiede in media 249 giorni in più rispetto all'Unione Europea.

Di più L’autorizzazione dei medicinali in Svizzera più lenta che in Ue

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR