Navigation

Trojan, c'è una falla nella legge svizzera

Banche e multinazionali si difendono con metodi ch la legge non consentirebbe.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2015 - 21:56

La pirateria informatica sfrutta anche i cosiddetti "Trojan", (cavalli di troia). Si tratta di programmi informatici che vengono usati per violare i sistemi di altri utenti, spiarli e in certi casi addirittura impadronirsene.

Un discorso controverso e ambivalente, la cosa si presta a usi e obiettivi fra loro molto diversi, Davide Paggi ne ha parlato con un hacker e un avvocato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.