Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Svizzera terza ai mondiali di calcetto (o calciobalilla, o footbalyno)

(tvsvizzera)

La manifestazione si è svolta nel week end a Torino. Ha vinto il Lussemburgo. Male l'Italia.

Si è svolta nel fine settimana a Torino l'ottava edizione della Coppa del Mondo di Calcio da Tavola che ha visto la partecipazione di più di 300 giocatori di 34 nazioni che hanno affollato l'impianto del Palaruffini disputandosi i titoli mondiali delle varie categorie in gara.

Partecipanti di ogni età con un tratto comune: l'aver iniziato a giocare con gli amici per poi scoprire una passione particolare tra molte altre attività sportive per questa disciplina come spiega Florian Kunz, componente della squadra svizzera e numero 33 delle graduatorie mondiali della ITSF.

Organizzazione da calcio vero, attenzione maniacale ai particolari e agli accessori, trofei scintillanti per una disciplina che negli ultimi anni ha trovato il suo spazio. Ma c'è chi già nel 1964 vinceva i primi campionati nazionali, come Michel Burgener che nella sua carriera è anche andato a giocare negli Stati Uniti togliendosi non poche soddisfazioni.

Per la cronaca la vittoria nella massima competizione è andata al Lussemburgo che ha battuto gli Stati Uniti in finale dopo aver superato la Svizzera nelle semifinali.

E l'Italia? Nelle retrovie del girone B, quinta al termine del torneo senza neanche la possibilità di giocarsi la promozione nel gotha del calcio, là dove la Svizzera, tecnica e forte forse per merito della sua versione del Calcio da Tavola, sta nelle posizioni di vertice.

(Massimo Brignolo e Laura Fazzini/alaNEWS)

Esegesi del calcetto tra Svizzera e Italia

Calciobalilla, calcetto, biliardino, calcio da tavola, o lo svizzero-ticinese footbalyno. Questo popolarissimo gioco da bar ha numerosissime denominazioni diverse che spesso a seconda delle regioni, indicano versioni differenti del gioco, con regole diverse, o addirittura discipline diverse.

(tvsvizzera)

Tra Svizzera e Italia campi , omini e palline possono essere molto diversi. Fino a una decina di anni fa i biliardini in Ticino erano in legno e sughero, vi si praticava un gioco molto diverso da quello italiano, con la possibilità di fermare la palla e far i famosi "ganci". Con il passare del tempo e la nascita dei tornei internazionali, si è però imposto il gioco "all'Italiana" con il fondocampo in vetro, gli omini di plastica e il divieto di fermare la palla.

Lo sapevate che?

Alcune curiosità nel regolamento internazionale calcio da tavola

La partita comincia con un tiro a sorte. Il vincitore del tiro a sorte ha la scelta del campo o della palla. L'altra squadra ha l'opzione restante.

Dopo un gol, la palla va al giocatore che ha subito il goal. Se un match ha più partire, il possesso della palla dopo la prima partita, va alla squadra che ha perso la partita precedente.

(tvsvizzera)

Una palla fermata nella zona di influenza dei 5 o sotto il piede di un giocatore di questa stecca non può essere passata direttamente alla stecca dei 3 della stessa squadra anche se la palla tocca gli omini avversari della stecca dei 5. Deve toccare almeno due giocatori tramite un passaggio. Una palla che si ferma tra il giocatore e la sponda è considerata come se stesse sotto ai piedi della figura.

Ogni squadra ha diritto a due time out per partita durante i quali i giocatori possono lasciare il tavolo. Un time out non deve superare 30 secondi.

Ogni giocatore può utilizzare manopole di sua scelta sui tavoli dove è possibile sostituirle.

Un giocatore non può usare il suo sudore, la sua saliva o non importa quale sostanza estranea per pulire il tavolo, gli omini ecc..

E non dimenticate: vietato rullare!

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box